I cantanti preferiti dagli italiani? Sono tutti morti

Tempi duri per i concerti. Sapete il motivo? Perché i cantanti preferiti dagli italiani sono tutti morti. A rilevarlo è un sondaggio condotto da AMA Onoranze Funebri Roma su un campione di 200 italiani, metà uomini e metà donne, compresi tra i 20 e i 50 anni.

Un referente di AMA Onoranze Funebri Roma, agenzia funebre per l’organizzazione di funerali a Roma, spiega così questa macabra top five: “Se a ciascuno di noi viene chiesto chi sia il cantante preferito, è molto più facile che si vada ad attingere la risposta dai nostri ricordi piuttosto che dal presente. L’amore che si prova verso le canzoni di un determinato cantante, infatti, è un sentimento che si lega a filo doppio con le esperienze belle o emozionanti che hanno caratterizzato il nostro passato. Un esempio? Io adoro Elisa Toffoli, vado a tutti i suoi concerti, ma se dovessero domandarmi il mio cantante preferito direi senza pensarci un attimo Lucio Battisti perché le sue canzoni mi ricordano le estati insieme ai miei nonni”.

Quali sono, dunque, i cinque cantanti morti più amati dagli italiani?

Al primo posto si piazza Fabrizio De André con il 32% delle preferenze. Il cantante genovese è nel cuore indistintamente di uomini e donne, specialmente nella fascia 35/50 anni. Tra le sue melodie indimenticabili, paragonabili a vere e proprie poesie, “La Canzone di Marinella” e “Il Pescatore”.

Al secondo posto col 25% troviamo Jim Morrison, morto per overdose a 27 anni. La voce dei Doors ha affascinato milioni di ragazzini, ora cresciuti, per questo è amato dalla fascia 25/35 anni. La libertà che proclamava nelle sue canzoni è diventata simbolo di una generazione.

Con il 21% di preferenze, medaglia di bronzo per Lucio Dalla. La sua recente morte, il 1 marzo del 2012, ha scosso parecchio il panorama musicale italiano, in quanto è pensiero comune che il cantante avrebbe potuto ancora regalare grandi successi al suo pubblico.

Quarta posizione con il 13% di preferenze per Michael Jackson. La sua controversa vita, infatti, non può oscurare la bellezza e la notorietà mondiale dei suoi successi musicali come “Thriller” o “Billie Jean”.

All’ultima posizione, con il 9% di preferenze un altro giovane cantante deceduto in circostanze misteriose: Kurt Cobain. Il leader dei Nirvana ha regalato successi intramontabili come “Come as you are”, diventati messaggio di una generazione che, al momento, si attesta sui 30 anni.