AMA Onoranze Funebri Roma ricorda Francesco Saverio Borrelli

Francesco Saverio BorrelliIl 20 luglio dello scorso anno moriva il magistrato Francesco Saverio Borrelli dopo una lunga malattia. All’età di 89 anni ci lasciava uno dei grandi protagonisti della storia del nostro paese. Fu lui il procuratore capo del tribunale di Milano che coordinò l’inchiesta di Mani Pulite che dal 1992 creò un vero e proprio terremoto politico. Le indagini sulla corruzione ed il finanziamento illecito dei partiti investirono in particolar modo l’allora pentapartito (DC-PSI-PSDI-PRI-PLI) ed i principali gruppi industriali del Paese, portando alla fine della prima repubblica e alla nascita della seconda. In quegli anni Francesco Saverio Borrelli insieme agli altri magistrati Gherando Colombo, Piercamillo Davigo, Ilda Bocassini, Francesco Greco e Antonio Di Pietro divennero i personaggi più popolari ed amati d’Italia. Con il tempo questa unanimità di consensi si è in parte perduta. Oggi i vecchi partiti spazzati via dall’inchiesta di Mani Pulite sono ricordati con nostalgia da molte persone comuni e importanti opinionisti. In effetti la politica della seconda repubblica appare più debole rispetto al passato ed il Parlamento è sempre più influenzato dal potere giudiziario e dalle lobby economiche. Il famoso equilibrio dei poteri che contraddistingueva la prima repubblica non si è ancora ristabilito e la classe politica sembra sempre in difficoltà. Questa situazione aveva spinto lo stesso Francesco Saverio Borrelli ad utilizzare parole molto forti in un’intervista rilasciata nel 2011: “Chiedo scusa per il disastro seguito a Mani Pulite, non valeva la pena buttare all’aria il mondo precedente con quello attuale”.
Francesco Saverio Borrelli era nato a Napoli nel 1930, ma è sempre stato un milanese di adozione. Suo padre Manlio fu presidente della Corte d’Appello del capoluogo lombardo e lì Borrelli entrò in magistratura nel luglio del 1955. A Milano svolse praticamente tutta la sua carriera di magistrato e nel gennaio di quest’anno una mozione, presentata da una consigliera comunale del Movimento Cinque Stelle, sta impegnando il sindaco e la giunta del comune ad intraprendere l’iter per intitolargli una via o una piazza del capoluogo lombardo. https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/01/22/la-petizione-del-fatto-francesco-saverio-borrelli-una-strada-di-milano-per-onorare-il-giudice-di-mani-pulite/5681760/