Onoranze Funebri Roma saluta Franco Ferrucci

Franco FerrucciÈ morto a Roma Franco Ferrucci, storico libraio ed editore livornese. Ferrucci, 60 anni compiuti a ottobre 2013,  si è spento improvvisamente tra le luci della Città Eterna nella mattinata del 31 luglio, mentre si trovava nella Capitale per una visita alla madre. Un malore non gli ha lasciato scampo e lo ha ucciso quasi sul colpo.

Per una vita Franco Ferrucci è stato il volto e la mente della “Gaia Scienza”, prima rappresentante di libri per case editrici importanti, poi lui stesso editore con la casa editrice Erasmo. Erasmo è lo stesso nome che ha dato anche al nuovo spazio aperto due anni fa in viale degli Avvalorati, dove oltre alla vendita di volumi venivano organizzati incontri e dibattiti di spessore con un particolare seguito di pubblico.

La vita di Franco Ferrucci è stata una vita instancabile di diffusione di cultura attraverso la pubblicazione dei più disparati autori, che selezionava con grande dedizione e con passione in particolare verso Livorno. E poi di organizzatore di incontri, dibattiti, momenti di riflessione. Era un uomo di cultura, una persona che amava il suo lavoro tanto e che ha cercato di coniugare al meglio il lavoro con i suoi interessi.

Ferrucci aveva vissuto la prima infanzia a La Spezia perché il padre era ufficiale di marina, quindi l’adolescenza e la giovinezza nella Capitale. Una volta raggiunta la piena maturità, aveva deciso il ritorno a Livorno che amava “come una donna affascinante ma difficile da conquistare”, come raccontava nell’intervista al Tirreno del 2009. E da Livorno non se ne è più andato, se non per breve tempo: una vacanza, la visita al figlio giornalista che vive a Roma, qualche viaggio all’estero.

Proprio a Roma l’ultimo viaggio che lo ha portato, purtroppo, prematuramente alla morte, una morte difficile da accettare e che lascia in ogni caso un ricordo indelebile in quanti hanno avuto la possibilità di conoscerlo, essergli amico, o semplicemente lavorare con lui.