AMA Onoranze Funebri Roma ricorda il politico Franco Marini

franco mariniFranco Marini, politico e sindacalista tra i più importanti nel nostro Paese, è morto lo scorso 9 febbraio all’età di 87 anni. Le cause del decesso sono da attribuire a delle complicanze legate al Covid-19. Franco Marini era stato ricoverato all’ospedale San Camillo de Lellis di Rieti e poi dichiarato guarito e dimesso a fine gennaio. Purtroppo però sono sopraggiunte delle ulteriori complicazioni legate alla riattivazione della malattia. Ricoverato di nuovo presso la clinica Villa Mafalda a Roma, ha perso la vita.
Franco Marini è stato uno dei politici e sindacalisti più importanti della nostra Repubblica.
Nato a San Pio delle Camere, un paesino in Abruzzo, nel 1933, si traferì ben presto a Rieti per seguire il lavoro del padre, operaio nella fabbrica CISA Viscosa. E’ a Rieti che Franco Marini mosse i primi passi come sindacalista. Successivamente si laureò in Giurisprudenza e prestò il servizio di leva come ufficiale negli Alpini.
La sua carriera politica iniziò nel 1950 nella Democrazia Cristiana. Il suo impegno fu subito molto apprezzato soprattutto nell’Azione Cattolica e nelle ACLI (le Associazioni Cristiane dei Lavoratori Italiani). Allievo di Giulio Pastore, assunse ruoli sempre più importanti nel sindacato cattolico la CISL, divenendone prima Segretario Generale Aggiunto della Federazione dei Dipendenti Pubblici, successivamente Vicesegretario ed infine Segretario Generale Nazionale.
Il suo nome sarà indissolubilmente legato alla DC, di cui fece parte nella corrente Forze Nuove (legata al mondo del lavoro) da sempre presieduta da Carlo Donat-Cattin, raccogliendone il testimone alla sua morte.
Nel 1991 divenne Ministro del lavoro e della previdenza sociale durante il settimo Governo Andreotti, entrando poi in Parlamento nel 1992. Dopo Tangentopoli e il crollo della cosiddetta Prima Repubblica, aderì al Partito Popolare Italiano, risultando tra gli artefici della sua collocazione nel centro-sinistra. Negli ultimi anni invece fu attivo nelle file prima della Margherita e poi nel Partito Democratico.
L’impegno di Franco Marini fu sempre quello di mantenere forte l’identità dei cattolici nella politica. Allo stesso tempo era anche un uomo aperto al dialogo e questa sua qualità ha fatto di lui un ottimo Presidente del Senato e lo ha portato a sfiorare la Presidenza della Repubblica come successore di Giorgio Napolitano.
Proprio il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella lo ha voluto ricordare con queste parole: “”Franco Marini è stato un eminente esponente della Repubblica. Espressione del mondo del lavoro portò le istanze dei lavoratori italiani sino alla più alta carica alla quale venne eletto, quella di Presidente del Senato…”.
https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/21_febbraio_10/morte-franco-marini-anche-mattarella-camera-ardente-villa-mafalda-roma-e058dc76-6b89-11eb-8932-bc0ccdbe2303.shtml
I funerali si sono svolti a Roma, giovedì 11 febbraio, nella chiesa di San Roberto Bellarmino.