Onoranze Funebri Roma saluta Luis Salom

luis salomIl Motomondiale piange un’altra giovane vittima della pista, il pilota spagnolo Luis Salom, deceduto nel corso delle prove libere di Moto2 del gran premio di Catalogna, sul circuito di Montmelò.

Il ragazzo, travolto dalla sua stessa moto, aveva postato sui social network – poco prima delle fatali prove libere – una foto sorridente accompagnata dalle parole:

“Voglia di prove libere e di correre al Montmelò: questo circuito è spettacolare!”.

Per quanto riguarda la dinamica dell’incidente, avvenuto alla curva 12 del circuito, è probabile che il ragazzo di Palma di Maiorca (come Jorge Lorenzo), che correva per il team Sag, abbia perduto il controllo in un punto dove si raggiungono i 180 km/h e sia finito a tutta velocità contro le barriere.

Il palmares di Luis Salom, che ad agosto avrebbe compiuto 25 anni, vanta 9 gran premi vinti. Nel 2012 aveva chiuso al secondo posto il mondiale 125 e terzo la stagione successiva, prima di passare alla Moto2.

Luis Salom è un’altra vittima della pista, purtroppo non il primo e il suo nome si aggiunge così alle scomparse, solo per citare gli ultimi anni, di Daijiro Kato il 6 aprile del 2003 nel Gran Premio del Giappone, del suo connazionale Shoya Tomizawa il 5 settembre del 2010 nel Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini ed a quella di Marco Simoncelli il 23 ottobre del 2011 nel Gran Premio della Malesia a Sepang.