AMA Onoranze Funebri Roma ricorda l’allenatore Alberto Bucci

Alberto BucciQuesta settimana vogliamo ricordare il grande Alberto Bucci, storico allenatore della pallacanestro italiana, scomparso lo scorso 9 marzo a causa di una leucemia. Avrebbe compiuto 71 anni il prossimo 25 aprile. Ha legato il suo nome indissolubilmente alla sua città natale Bologna e in particolar modo alla Virtus, glorioso club della città che ha allenato in due differenti periodi, portandolo alla conquista di 3 campionati, 2 Coppa Italia ed una Supercoppa Italiana. La grandezza di Alberto Bucci era la capacità di adattarsi a qualsiasi contesto umano e tattico, sapendosi relazionare magistralmente con i grandi campioni e con le giovani promesse.
Alberto Bucci esordì come allenatore in Serie A1 nel 1974 (ad appena 25 anni) nella sua Bologna ma nel club rivale delle V nere, la Fortitudo. Successivamente passò a Rimini, cittadina che entrò ben presto nel suo cuore, portando in pochi anni la squadra locale, il Basket Rimini, dalla serie D alla serie A2, traguardo mai raggiunto prima dal club. Con il Fabriano Basket, sua successiva squadra, confermò gli ottimi risultati ottenuti a Rimini, conquistando la serie A1 e la salvezza l’anno successivo. Il doppio successo gli valse il ritorno a casa a Bologna, stavolta sulla panchina della Virtus. Alla stagione d’esordio vinse il campionato italiano (ai play-off contro la Simac Milano) e una Coppa Italia, iniziando un sodalizio con le V nere che durerà per tutta la vita. Lasciata Bologna Alberto Bucci guidò altri club italiani sempre con ottimi risultati. Vinse 2 Coppa Italia: una con la Glaxo Verona (unica occasione in cui il trofeo è stato alzato da una squadra di A2), l’altra con la Scavolini Pesaro, squadra con cui sfiorò anche il campionato nel 1991-1992 prima di tornare alla Virtus. In un quadriennio esaltante vinse altri quattro trofei: 2 scudetti, una Coppa Italia ed una Supercoppa italiana. Un palmarès di tutto rispetto e tanti elogi all’allenatore bolognese che non gli valsero però mai la chiamata della nazionale. È forse questo il più grande rammarico della sua carriera, in parte ripagato dai numerosi titoli vinti in qualità di Responsabile Tecnico del settore azzurro Master nel 2008/2009.
Inoltre nel 2015 Alberto Bucci è stato inserito dalla Federazione Italiana Pallacanestro nell’ Italia Basket Hall of Fame nella categoria allenatori e dal 2016 è stato presidente della Virtus Bologna.
Dal 2011 era iniziata la sua lunga battaglia contro i tumori che lo hanno colpito. Prima all’intestino poi ai polmoni, fino alla leucemia che purtroppo non è riuscito a sconfiggere. Tutta Bologna si è stretta attorno a lui nella camera ardente allestita alla Sala Tassinari di Palazzo d’Accursio prima di partire per l’ultimo viaggio verso Rimini, città in cui Alberto Bucci viveva con la moglie Rossella e le sue tre figlie Beatrice, Annalisa e Carlotta.