AMA Onoranze Funebri Roma ricorda il grande Alberto Sordi

alberto sordiSono trascorsi già 17 anni dalla morte del grande Alberto Sordi.
Il 24 febbraio del 2003 Roma si fermò per salutare uno dei suoi figli più cari. Un fiume di gente accorse in Campidoglio dove era stata allestita la camera ardente e Piazza San Giovanni si gremì di persone per i suoi funerali solenni.
Alberto Sordi è stato ed è tutt’oggi l’attore più amato dai romani che lo riconoscono come uno di loro. La sua romanità è stata sicuramente uno dei punti cardini del suo successo insieme alla sua inimitabile comicità ed alla capacità di interpretare l’italiano medio come nessun altro. Alberto Sordi ci ha fatto ridere in film diventati immortali come Un americano a RomaIl vedovoIl vigileIl marchese del Grillo ma definirlo solo un attore comico sarebbe riduttivo. Lo dimostrano le sue memorabili interpretazioni in film come La grande guerra e Una vita difficile o la straordinaria intensità drammatica dei personaggi del geometra romano Giuseppe Di Noi in Detenuto in attesa di giudizio e di Giovanni Vivaldi in Un borghese piccolo piccolo.
In questo 2020 ricorre anche il centenario della nascita del grande attore romano e Roma si è preparata per ricordarlo nella giusta maniera. Dal 7 marzo inizierà una mostra nella sua storica abitazione in Piazzale Numa Pompilio che tra documenti inediti, fotografie, filmati e cimeli di vario tipo, porterà il visitatore ad esplorare la casa e a conoscere meglio la vita e la carriera di “Albertone”.
Il 9 aprile uscirà anche il primo libro sulla sua vita privata intitolato Alberto Sordi segreto. L’autore Igor Righetti, figlio del cugino dell’attore romano, farà scoprire un Alberto Sordi meno conosciuto attraverso le testimonianze di parenti e di alcune celebrità del mondo dello spettacolo. https://www.affaritaliani.it/entertainment/baudo-sull-amico-alberto-sordi-mi-confesso-che-non-essersi-sposato-fu-654043.html
E’ di questi giorni invece l’uscita nelle sale cinematografiche del film Permette? Alberto Sordi del regista Luca Manfredi, figlio dell’indimenticabile Nino che andrà in onda anche su Rai1 nel mese di aprile. Il film mostra il giovane Alberto Sordi nel pieno della sua crescita professionale dal 1937 al 1957. Un periodo che lo vide straordinario protagonista nei film della commedia all’italiana, alla radio e in numerosi varietà televisivi.
Alberto Sordi riposa nella tomba di famiglia presso il cimitero monumentale del Verano.