AMA Onoranze Funebri Roma saluta il giornalista Cesare Cadeo

Cesare CadeoIl giornalista e conduttore italiano Cesare Cadeo è morto lo scorso 4 aprile all’età di 72 anni dopo una lunga malattia. Soprannominato “Il gentiluomo del piccolo schermo”, è stato un emblema della televisione italiana degli anni ’80 e ha legato il suo nome indissolubilmente alle reti Mediaset.
Nato a Milano nel 1946, Cesare Cadeo esordì in televisione su Canale 5 agli inizi degli anni ’80 nel programma Gol, insieme al ct dell’Italia campione del mondo Enzo Bearzot. In quegli anni partecipò, sempre sulla stessa rete, a numerosissimi programmi sportivi, entrando sempre più nelle case degli italiani. Nel 1984 debuttò come conduttore delle trasmissioni RecordSuper Record e Super Record Sport e curò alcune rubriche sportive per Buongiorno Italia e Studio 5. La sua esperienza di gionalista in ambito sportivo continuò in programmi come Un anno di sport e Cadillac e dal 1989 al 1992 condusse il programma di Italia 1 in seconda serata Calciomania, affiancato da Paola Perego e Maurizio Mosca. Sempre su Italia 1 nel 1995 fu ospite fisso in Mai dire Gol, in qualità di un surreale inviato da una finta edicola in collegamento con la Gialappa’s Band.
Nel corso della sua carriera, Cesare Cadeo partecipò anche a trasmissioni popolari di intrattenimento affiancando alcuni tra i più grandi personaggi televisivi italiani. Nel 1983 condusse con Sandra Mondaini Five album, una sorta di riepilogo della stagione di Canale 5, mentre collaborò con il mitico Mike Bongiorno nei giochi televisivi a premi Superflash e Pentatlon. Nel 1998 ha condotto anche un quiz per bambini intitolato Fantasia e nel 2001 il programma di cucina Mezzogiorno di cuoco, pioniere del genere dei cooking show. Poi passò alla Rai conducendo nel 2007 il reality La sposa perfetta insieme a Roberta Lanfranchi e la trasmissione Furore.
Non solo tv: Cesare Cadeo fu anche attivo in politica, scendendo in campo con Forza Italia come assessore allo Sport della Provincia di Milano, sotto la presidenza di Ombretta Colli. Grande tifoso del Milan, fu membro del CDA rossonero negli anni ’70 e presidente della società per azioni Milanosport, creata dal comune di Milano per gestire gli impianti sportivi comunali.
In molti hanno voluto ricordare con affetto il grande Cesare Cadeo. Così ha scritto in una nota Silvio Berlusconi: “Ho appreso con dolore la notizia della sua morte. Fu con noi uno dei protagonisti della prima emozionante stagione della televisione privata, e più tardi si impegnò in politica diventando un nostro apprezzato amministratore locale. Ne ricordo la professionalità, lo stile, il calore umano, la coerenza ideale”.