Ama Onoranze Funebri Roma ricorda l’attore francese Jean Rochefort


E’ morto l’attore francese Jean Rochefort all’età di 87 anni dopo un lungo ricovero in un ospedale parigino. E’ stato uno degli attori più completi, simpatici ed affascinanti del cinema francese.
Jean Rochefort, nato a Parigi nel 1930, entrò a 19 anni nel Centre d’Art Dramatique de la rue Blanche e successivamente nel Conservatoire national supérieur d’art dramatique dove conobbe Jean Paul Belmondo, con cui girò alcuni anni dopo il film “Cartouche”. Iniziò la carriera come attore teatrale e la sua versatilità nel ricoprire ruoli sia brillanti che drammatici gli consentirono di esordire nel cinema partecipando ai primi tre episodi della saga “Angelica”. Gli anni settanta lo imposero all’attenzione di pubblico e critica in film come “La Divorziata”, “L’orologiaio di Saint-Paul”, “Che la festa cominci”, con cui vinse il suo primo César (la massima onorificenza del cinema francese) come miglior attore non protagonista, “Certi piccolissimi peccati” e “L’uomo del fiume” grazie al quale si aggiudicò il suo secondo César come miglior attore protagonista. Rochefort lavorò con registi del calibro di Louis Bunuel nel “Fantasma della libertà” e Robert Altman in “Pret-à -Porter” e conseguì nel 1999 il premio alla carriera continuando a recitare nel cinema fino al 2015. Notevole fu anche la sua presenza in film tv e serie televisive.
Ebbe una grande passione per i cavalli, iniziata durante le riprese di “Cartouche”, che lo portarono ad acquistare un maneggio ed a diventare consulente di equitazione per la televisione francese. La sua vita sentimentale fu intensa con due matrimoni: il primo nel 1960 con Alexandra Moscwa, il secondo con Francoise Vidal. Ebbe cinque figli tra cui Pierre Rockefort, nato dalla relazione con l’attrice Nicole Garcia, divenuto anch’egli un attore (oltre che cantante).
L’attrice Anna Galiena, al suo fianco nel film “Il marito della parrucchiera”, lo ha definito non solo un grande attore ma “uno di quelli che con l’età migliorano, come il vino buono”.