AMA Onoranze Funebri Roma ricorda il grande Lando Fiorini

Lando Fiorini
AMA Onoranze Funebri Roma ricorda Lando Fiorini, grande interprete della canzone romana, scomparso dopo una lunga malattia. Le canzoni di Lando Fiorini sono state un inno alla città di Roma ed espressione di una romanità mai volgare ma genuina ed orgogliosa delle proprie radici che, come lui stesso dichiarò, “se le cancelli perdi valore, spessore, occasioni”.
Leopoldo (il suo vero nome) Fiorini nacque a Roma nel rione di Trastevere nel 1938, ultimo di 8 figli. Un’infanzia difficile, negli stenti del dopoguerra, che costrinse i suoi genitori ad affidarlo ad una famiglia di Modena. Rientrato a Roma, perse in giovanissima età la madre e per mantenersi dovette fare numerosi lavori tra cui il facchino ai Mercati Generali dove scoprì la passione ed il talento per il canto. L’occasione arrivò all’inizio degli anni sessanta quando partecipò alla kermesse del Cantagiro arrivando terzo dopo Adriano Celentano e Don Backy. La notorietà acquisita gli consentì l’anno successivo di debuttare al teatro Sistina nella commedia musicale Rugantino di Garinei e Giovannini nel ruolo del Serenante che canta “Ciumachella de Trastevere”. Il grande successo di pubblico lo proiettò tra i giovani cantanti emergenti: tanta radio e televisione con spettacoli e sigle per programmi come la fortunatissima “Cento Campane” dello sceneggiato Il segno del comando. Gli anni settanta ed ottanta sono particolarmente felici per la sua carriera con partecipazioni a Canzonissima ed Un disco per l’estate e la conduzione, insieme a Maria Rosaria Omaggio, della trasmissione Er Lando furioso.
Lando Fiorini fu anche attore e cabarettista fondando nel 1968 il celebre Puff , che divenne negli anni a seguire un punto di riferimento per i romani, facendo ripetuti “sold out” stagionali, e per giovani emergenti come Enrico Montesano, Lino Banfi, Leo Gullotta e Maurizio Mattioli. E poi la Roma, la sua grande passione, a cui dedicò nel 1976 il famoso inno “Forza Roma” ancora oggi cantato allo stadio dai tifosi giallorossi che lo ricorderanno sempre con commozione ed affetto.