AMA Onoranze Funebri Roma – Morto Paolo Bonaiuti

Paolo BonaiutiIl giornalista e politico Paolo Bonaiuti è morto a Roma lo scorso 16 ottobre all’età di 79 anni dopo una lunga malattia. E’ stato per lungo tempo lo storico portavoce di Silvio Berlusconi ed anche il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri durante tre esecutivi presieduti dal leader di Forza Italia.
Nato a Firenze nel 1940, Paolo Bonaiuti si laureò in Giurisprudenza, da giovane insegnò inglese e lavorò nella pubblicità come copywriter. La sua carriera giornalistica iniziò nel Giorno di Milano, di cui dal 1975 è stato inviato speciale, prima per l’economia e la finanza, poi per gli avvenimenti di politica internazionale. Nel 1984 passò al Messaggero, come inviato e come editorialista, seguendo da vicino i più importanti avvenimenti storici dell’epoca come i vertici del G7, la caduta del Muro di Berlino ed il Trattato di Maastricht, divenendo nel 1992 vicedirettore del quotidiano romano. In quegli anni le posizioni politiche di Paolo Bonaiuti erano vicine al riformismo socialista e fu molto critico proprio nei confronti di Silvio Berlusconi all’epoca della sua entrata in politica. In un editoriale sul Messagero del 1994 criticò il Cavaliere sulla vicenda delle dimissioni di Indro Montanelli da Il Giornale, “provocate” appunto dall’entrata in politica del proprietario di Mediaset e dal conseguente condizionamento che ciò avrebbe comportato sulla linea editoriale del quotidiano della famiglia Berlusconi. Di lì a pochi anni però Paolo Bonaiuti si avvicinò alle idee politiche del Cavaliere divenendone uno dei più stretti e fidati collaboratori.
Nel 1996 venne eletto parlamentare nelle file di Forza Italia per la prima volta e dopo 4 legislature consecutive alla Camera, nel 2013 entrò al Senato. Nei 18 anni accanto a Berlusconi, Paolo Bonaiuti si distinse sempre per la sua grande disponibilità e per i toni pacati, ricevendo sempre elogi per il modo in cui svolgeva il suo lavoro.
Nel 2014 la decisione sofferta di lasciare Forza Italia aderendo al Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano, motivando così questa scelta: “E’ una decisione difficile, sofferta, ma motivata da divergenze politiche e da incomprensioni personali che si sono approfondite nell’ultimo anno” precisando che sarebbe rimasto nel «centrodestra per una ricomposizione delle forze in direzione riformista e moderata» e rivolgendo, a «Berlusconi un augurio dal cuore, con la sincerità e con l’affetto dei 18 anni di lavoro insieme». https://www.agi.it/politica/morto_paolo_bonaiuti-6369079/news/2019-10-16/
I funerali di Paolo Bonaiuti si sono svolti lo scorso 18 ottobre presso la chiesa di Sant’Ivo alla Sapienza. Tra i tanti ricordi quello di un commosso Silvio Berlusconi: “Piango la scomparsa di un collaboratore particolarmente prezioso e soprattutto di un grande amico col quale ho condiviso un lungo percorso. Mi è mancato molto in questi ultimi anni e mi mancherà a maggior ragione ora che è scomparso prematuramente”.